Ruggero Tantulli

Veneziano, classe 1988. Diploma di maturità classica, laurea in Giurisprudenza e master di primo livello, è giornalista professionista. Collabora con ilfattoquotidiano.it. Ha scritto, tra gli altri, per InCronaca e Il Corriere del Veneto. Appassionato di politica. E di calcio. Nel cuore, infatti, porta tre colori: l’arancio, il nero e il verde.


Roma, contestata la vicepresidente della Colombia. «Basta massacri»

«Dare risposte alla comunità internazionale, all’Unione Europea e all’Italia, sulle accuse di collusione con la mafia del narcotraffico, sulla violazione degli accordi di Pace del 2016 e sull’uccisione sistematica di migliaia di giovani, leader sociali, ex combattenti, afrocolombiani e indigeni compiuta e appoggiata da militari e paramilitari».

Continua a leggere
Marta Collot (Potere al Popolo): «Casa, lavoro, sanità pubblica. Noi antifascisti fino in fondo»

Si presenta all’appuntamento con degli spartiti musicali. Rossa (non solo di capelli) e determinata. Al Barnaut e poi al circolo Granma della Bolognina, quartiere popolare dietro la stazione di Bologna, Ventuno ha incontrato Marta Collot, portavoce nazionale di Potere al Popolo. Ruolo che condivide con il napoletano Giuliano Granato.

Continua a leggere
Afghanistan, Negri: «Fallimento politico-militare ma anche ideologico»

Il fallimento in Afghanistan? Politico-militare ma anche ideologico. Dopo i sovietici, i talebani hanno sconfitto anche gli occidentali, pur con importanti differenze. E ora costruiranno l’Emirato II, con nuovi partner e una nuova struttura statale. Per capirne qualcosa di più, Ventuno ne ha parlato con Alberto Negri, giornalista tra i massimi esperti di esteri.

Continua a leggere
Lezzi: «Draghi? Pessimo. Il M5s sta divorando se stesso»

Il governo Draghi, a cui fa una netta opposizione, il neo-M5s di Conte («Mi auguro riesca a invertire la rotta, ma il Movimento non ha più credibilità agli occhi dei cittadini»), il futuro, forse con un nuovo partito insieme a Di Battista («Vediamo»). Al telefono con Ventuno c’è la senatrice salentina Barbara Lezzi, espulsa dal gruppo parlamentare del M5s dopo aver votato No alla fiducia a Mario Draghi ma ancora iscritta al M5s.

Continua a leggere
‘Moighea’, con una canzone Venezia chiede una rivoluzione

Un moto di dignità, più che d’orgoglio, per salvarsi. Ritornando a una dimensione vivibile, in armonia con la propria storia, la propria morfologia e le esigenze dei propri abitanti. È quello che emerge dalla canzone ‘Moighea’, grido liberatorio di una Venezia svuotata dal turismo di massa durante la pandemia di Covid-19.

Continua a leggere